Alleanza TrustForce e GGF Group a sostegno del comparto turistico italiano

La collaborazione tra le due società ha dato vita a Trade d’Union, un servizio per tutta la filiera turistica

 

Milano, 12 maggio 2020 – Un nuovo modello distributivo è possibile grazie a TRADE D’UNION, il progetto ideato da TrustForce, che ha scelto come partner tecnico GGF Group. Grazie alla forte expertise commerciale di Trustforce, Resort, Hotel e marchi di Ville e Appartamenti potranno contare per la stagione ormai alle porte su un nuovo canale di vendita, quello che ha come interlocutore le agenzie di viaggio.

Per implementare questo nuovo modello, la società guidata da Gian Paolo Vairo si affida al gruppo di Guido Guidi, attivo da sempre nel comparto turistico dell’intermediazione e che vanta la certificazione qualità per la promo-commercializzazione dei prodotti turistici.

L’obiettivo è mettere in relazione le strutture ricettive indipendenti con le agenzie di viaggio, proponendo alle prime nuove opportunità di business, abitualmente poco esplorate, e presentando alle seconde la possibilità di ampliare la propria gamma prodotti all’interno del territorio italiano.

Sulla base del nuovo contesto turistico, caratterizzato dalla quasi esclusività del turismo domestico, dall’ ”undertourism” e dalla sempre maggiore necessità di sicurezza da parte del turista, le strutture ricettive si trovano davanti a nuove sfide per poter superare i confini determinati dall’emergenza nel breve periodo e, anche, per aprire nuove opportunità di business nel lungo periodo, ampliando la distribuzione della propria offerta attraverso il canale trade.

Grazie all’aiuto di Trade d’Union, tutto il comparto ricettivo italiano potrà quindi rapidamente crescere sul mercato domestico per assicurarsi una buona occupazione anche per l’Estate 2020.

Trade d’Union è un processo distributivo che in tempi rapidi, come impone l’estate 2020, potrà fornire ai propri clienti profilazione delle agenzie in target, pianificazione di visite in agenzia e chiamate da remoto, comunicazione trade, webinar formativi e una reportistica puntuale e accurata di tutte le azioni intraprese. In questo modo qualsiasi brand potrà raggiungere da diverse centinaia fino a migliaia di potenziali clienti in tempi ristretti e conoscerne caratteristiche e predisposizioni alla vendita. http://www.travelquotidiano.com/wp-content/uploads/2020/03/GianPaoloVairo_TrustForce-2-300x298.jpg “Grazie e questa alleanza, afferma Gian Paolo Vairo – la nostra capacità di arrivare su tutto il trade italiano ha una sensibile impennata. Di fatto, nell’istante in cui abbiamo siglato l’accordo con GGF Group, abbiamo ampliato e potenziato la nostra rete commerciale, reso più efficienti tutte le attività di vendita, migliorato la qualità comunicativa nei rapporti con le agenzie, e assicurato una formazione continua sul prodotto per le agenzie di viaggio. Un bel salto di qualità che ci permette di offrire un servizio ottimale a partire da questa anomala Estate 2020”.

“GGF GROUP collabora da anni con il mondo delle agenzie, specialmente attraverso il servizio di Remote Accounting – afferma Guidihttps://www.advtraining.it/img/paragrafi/1864.jpg Crediamo fortemente nell’importanza del loro ruolo, ancor più in questo periodo, in cui tutti hanno ancora più bisogno di affidarsi a esperti del settore per avere una selezione di strutture sicure in cui vivere esperienze di qualità. Dall’altra parte, l’esperienza diretta nel settore ricettivo con gli hotel gestiti direttamente dal nostro gruppo aziendale ci ha confermato la necessità di ridistribuire in maniera veloce ed efficace le percentuali relative tanto ai canali di vendita che ai mercati. Quando Trustforce ci ha presentato questo modello distributivo, ne abbiamo subito visto il potenziale per far ripartire il mercato nel breve periodo in ottica win win”.

“Un potenziale – aggiunge Fabio Di Giulio, DG di GGF GROUP – che deriva, da un lato, dalla fiducia relazionale tra cliente e agenzia e, dall’altro, da una rete vendita già consolidata sul territorio e da remoto. L’apertura di nuovi canali di vendita senza costi fissi, in questo momento in cui gli investimenti di marketing sono sempre più difficili per le strutture, rappresenta un valore aggiunto di primaria importanza”.